Tensione ad alta quota

“La sconfitta ha qualcosa di positivo: non è definitiva. In cambio, la vittoria ha qualcosa di negativo: non è mai definitiva”. Cosi definì il calcio José Saramago, tifosissimo della nazionale Portoghese. La 14esima giornata di SUPERLEGA calza perfettamente queste parole e regala ai seguaci di Campionati FAST uno scenario assolutamente incerto grazie alla riapertura della lotta scudetto. Andiamo a raccontare cosa è successo.

LA SFIDA

Real Colizzati

I FANTACALCIO PD possono confermare la loro supremazia ed inserire un tassello importante per la vittoria del campionato. Di rimando i REAL COLIZZATI hanno probabilmente una delle poche possibilità per riaprire la corsa scudetto. I padroni di casa giocano un primo tempo impeccabile portandosi in vantaggio di 4 reti sugli avversari. Infatti Mazza Giuseppe (Fantacalcio PD) sigla una tripletta e regala giocate da primo della classe. Il secondo tempo è tutta un’altra storia, Villardita Stefano e compagni riescono, grazie ad un buon lavoro tattico-mentale, a ribaltare la partita. Il risultato finale è di otto reti a sei a favore degli ospiti che si portano quindi a tre punti dai Mignatta Boys con una partita da recuperare.

VALANGA DI GOAL

Le altre partite della settimana regalano tantissime reti, tanto da siglare la giornata FAST con più reti segnate in assoluto. I TEAM ASULO continuano a guadagnare posizioni grazie alla settima vittoria consecutiva ai danni degli OLD SCARS. I ragazzi di Fullone Erik (Black Lion) si arrendono all’imperatore Irimia Stafan (Real Bru.ni.to.) che continua a battere ogni record e con nove reti conquista la seconda posizione nella classifica marcatori. La crisi dei REAL MADRINK continua e questa volta sono i RUMBA’S BOYS a trovare la vittoria. Al Borgo Vittoria di Moncalieri i pochi superstiti dei PASA NADA stringono i denti e continuano a sognare lo scudetto, infatti battendo la FC LONGOBARDA restano aggrappati alle prime posizioni. Altra goleada per i DP BARCELLONA che si fanno spazio tra gli avversari spinti da entusiasmo e tecnica invidiabile. Capitan Matta Nicholas (Campus FC), insieme ai suoi compagni, deve arrendersi alla supremazia bianco-azzurra e riordinare le idee in vista della prossima gara.

La Redazione

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.