Uno scudetto in rimonta!

Da sempre il calcio è lo sport più seguito, al punto da entusiasmare sia maschi che femmine. C’è chi lo segue per televisione, chi molto spesso va allo stadio a vedere la squadra del cuore e chi lo segue in modo diretto praticandolo. Come tutti gli sport ha i suoi seguaci ma anche persone che lo disprezzano pensando che non c’è niente di divertente nel rincorrere un pallone e metterlo in rete. Ma è proprio in questo particolare che tifosi e giocatori provano le loro emozioni più grandi. Per un giocatore rincorrere il pallone e riuscire a metterlo in rete con l’aiuto dei compagni di squadra, è un’emozione indescrivibile. Il calcio è essenza, è lacrime gioia, è pugni contro il muro dello spogliatoio, è l’abbraccio di un compagno. Il calcio per molti è vita. Ripercorriamo ed esaminiamo insieme la stagione che ha portato i REAL COLIZZATI a vincere il primo scudetto SUPERLEGA.

REAL MADRINK

Voto 5:
Iniziamo dai ragazzi di Antonio Landolfa, capaci di far sognare amici e staff in una prima parte di stagione da urlo. Goal, bel gioco e divertimento hanno guidato per ben sei giornate i Viola in testa alla classifica. Poi qualcosa è successo. L’inizio delle difficoltà durate fino alla 22esima giornata, portano i Reali a concludere il campionato in ultima posizione. Un vero peccato vedere il declino di un gruppo di ragazzi che con la giusta dose di entusiasmo ha fatto applaudire grandi e piccoli. IN DISCESA.

BLACK LION

Voto 5:
Una squadra in fatica, capace di mettere in difficoltà le grandi ma di perdere punti nelle partite che contano. Tecnicamente hanno dimostrato più volte di avere un bel potenziale sprecato. Il sacrificio e la voglia di vincere vengono però spenti da una vera e propria difficoltà difensiva. Al contrario possono comunque vantare il sesto attacco più forte del campionato. La penultima posizione in classifica lascia l’amaro in bocca e la consapevolezza di poter migliorare. SEMPRE PRESENTI.

RUMBA’S BOYS

Voto 5,5:
Una squadra compatta, che con il suo assetto difensivo mette in difficoltà chiunque. A volte troppo difensivi, tanto da non costringersi per intere partite dietro la linea della metà campo. Questo porta ad una sola conclusione: il peggior attacco della SUPERLEGA. Vogliamo elogiare questo gruppo definendolo il collettivo più naturale e spontaneo del campionato, questi ragazzi sono l’essenza dello sport. I risultati sul campo non li hanno premiati ma hanno portato a casa il rispetto in qualsiasi situazione. GENUINI.

CAMPUS FC

Voto 5,5:
Squadra ostica e difficile da affrontare, dopo la prima metà di stagione in netta difficoltà, cercano di uscirne a testa alta offrendo prestazioni convincenti. Dotati di buona tecnica individuale, peccano nel gioco in fase offensiva, arrivando a sprecare davvero tante occasioni sotto porta. Matta Nicholas può ritenersi soddisfatto a metà, consapevole che la sua squadra gestendo meglio tante situazioni, avrebbe potuto concludere in una posizione ben più alta rispetto all’ attuale. DISCONTINUI.

FC LONGOBARDA

Voto 6:
La squadra più giovane del campionato, mostra tutta le propria acerbità in una stagione che li ha visti in difficoltà in parecchie situazioni. I ragazzi di La Motta Alessandro alternano belle giocate ad errori a volte banali. Si affidano spesso alle giocate dei singoli senza creare vere e proprie occasioni da goal. Un gruppo in costruzione con del talento, capace di esplodere senza preavviso. BOMBA AD OROLOGERIA.

REAL BRUNITO

Voto 6,5:
Unitosi al campionato nell’ ultima settimana disponibile hanno regalato gioie e dolori, rabbia e felicità. Dopo le difficoltà della prima parte di stagione, orfani di Irimia Stefan, nel girone di ritorno risalgono la classifica concludendo ad un meritevole settimo posto. Colui che ha guidato i propri soldati è stato proprio l’ imperatore Irimia, che con 53 reti totali ed una media di oltre 3 goal a partita, si aggiudica il primato nella classifica marcatori. ARMATA.

OLD SCARS

Voto 7:
Arriviamo ai “Vecchietti” della SUPERLEGA. Il soprannome resta solamente tale, perchè di anziano hanno ben poco, tanto da restare ancorati alla testa della classifica nelle prime otto giornate. I fratelli Bariona hanno costruito una squadra vincente, capace di giocarsela con chiunque, a garanzia di una buona dote tattica ed individuale. La terza migliore difesa della stagione conferma la vera e propria forza di questo team. Con un pizzico di fortuna in più potevano rientrare tra le prime quattro posizioni. OLD MA NON TROPPO.

PASA NADA

Voto 7,5:
Che peccato! Un gruppo di ragazzi che, quando al completo, può vincere contro chiunque. Rossero Giancarlo, portiere e capitano dei bianco-blu, può ritenersi soddisfatto della stagione, consapevole di aver giocato buona parte del campionato in minoranza numerica rispetto agli avversari. L’ ossatura della squadra è forte, mantiene la posizione in campo e conclude le azioni senza sprecare occasioni. Il primo anno insieme è la piena conferma che questi ragazzi possono creare qualcosa di importante in vista delle prossime manifestazioni. TALENTI.

TEAM ASULO

Voto 8:
Se i green-boys non avessero utilizzato il girone di andata come riscaldamento, forse oggi scriveremmo diversamente. È stata una stagione in crescita, difatti le ultime prestazioni hanno confermato la forza di questo giovane collettivo. Le statistiche confermano quanto detto, nel solo girone di andata, Talento, estro , tattica e fisicità sono le caratteristiche principali di questa squadra, che sicuramente per molti anni cavalcherà i palchi più importanti del mondo calcio a 5 amatoriale. RAMMARICO.

FANTACALCIO PD

Voto 8:
Sono il rammarico più grande dell’anno. Hanno guidato la testa della classifica per ben 16 partite, successivamente il buio. Una squadre che per tutta la prima parte di stagione ha vinto e convinto, regalando emozioni ed un gioco spettacolare! Nelle ultime 6 giornate mister Mignatta Daniele riesce comunque a contenere la tempesta guidando i suoi impeccabilmente, concludendo il campionato in terza posizione! BLACK OUT.

DP BARCELONA

Voto 9:
La squadra di Gabriel Tancau è l’esempio di costanza e passione. È mancata solo la vittoria del campionato per ottenere i pieni voti. Obiettivo fallito per un piccolo e banale errore burocratico, distrazione che ha portato la penalizzazione di 2 punti. Il destino è beffardo, proprio quei due punti avrebbero regalato lo scudetto ai bianco-blu che non possono comunque uscire delusi da questa stagione. Con loro abbiamo riso, pianto e gioito consapevoli di avere di fronte un gruppo di ragazzi fenomenale, capace di unire la competitività al divertimento. GRUPPO VINCENTE.

REAL COLIZZATI

Voto 10:
Coroniamo la prima della classe. Una stagione difficile ma strepitosa. Villardita Stefano ed i suoi dopo aver conquistato la prima posizione, non hanno mai mollato nonostante le complicazioni delle ultime giornate. I Reali hanno convinto per tutta l’annata, affidandosi ad un collettivo formidabile, dimostrato anche dalla classifica marcatori! Ben 4 giocatori sopra le 25 reti stagionali. Un gruppo di ragazzi che riesce a tenere la partita anche sotto pressione, trasformando le complicazioni in determinazione. La SUPERLEGA può scrivere nell’albo d’oro il primo di una lunga serie di campioni. REAL COLIZZATI vincitori 2021-2022. IMPECCABILI.

ARRIVEDERCI!

La stagione 2021-2022 è stata il banco di prova fondamentale per dimostrare prima a noi stessi e successivamente a chi ci segue, che con impegno e dedizione si possono raggiungere grandi risultati. Ringraziamo tutte le squadre partecipanti, consapevoli di condividere con voi un futuro pieno di emozioni. Grazie a voi. Grazie al calcio.

La Redazione

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.